"Il Senso del Senza Senso" di Alan W. Watts

Alan Wilson Watts (Chislehurst, 6 gennaio 1915 – Mount Tamalpais, 16 novembre 1973) è stato un filosofo inglese. Nato nel 1915, nel Kent, da una famiglia della middle class, si trasferì negli Stati Uniti nel 1938. Noto per i suoi vasti studi di Filosofia Orientale (Buddhismo Zen, Taoismo, Induismo), pubblicò nel 1957, The Way of Zen, la sua opera più significativa. Poco tempo dopo, durante un tour in Europa, ebbe modo di conoscere lo psichiatra e psicanalista Carl Gustav Jung con cui approfondì alcune nuove tesi sulla moderna psicologia. Al suo ritorno negli Stati Uniti fu introdotto all’esperienza psichedelica dal Dr. Oscar Janiger. Entrò poi in seminario venendo ordinato pastore episcopaliano, ma poi la sua esperienza spirituale lo portò alla conversione al Buddhismo. Ebbe modo di insegnare nelle Università di Cambridge, Cornell e Hawaii. Negli ultimi anni della sua vita divenne uno dei punti di riferimento per tutta l’area della Controcultura. Watts morì nel sonno, a causa di scompenso cardiaco sorto all’età di 58 anni dopo un faticoso tour di seminari.