“Il Grande Vangelo di Giovanni” di Jakob Lorber

Jakob Lorber (Kaniža, 22 luglio 1800 – 24 agosto 1864) è stato un mistico, scrittore, musicista, insegnante e chiaroveggente sloveno, che parlava di sé stesso come dello “Scrivano di Dio“. Scrisse nelle sue memorie, che dal 15 marzo 1840 cominciò ad udire una ‘voce interiore‘ proveniente dall’area del suo cuore, e da allora iniziò a trascrivere quello che la voce gli avrebbe suggerito. Al momento della sua morte, 24 anni più tardi, aveva scritto un volume di manoscritti equivalenti a 10.000 pagine stampate, da questo lavoro non ottenne alcuna ricompensa finanziaria, che del resto non chiedeva né si aspettava. L’opera di Jakob Lorber si divide in circa 24 libri, che nel loro insieme, sono chiamati la Nuova Rivelazione. Anche se soltanto poche pagine del suo manoscritto erano state pubblicate durante la sua vita, Lorber predisse che infine tutti i suoi scritti sarebbero stati pubblicati e studiati per tutto il vasto Mondo, come accade al giorno d’oggi.

Jakob Lorber si dichiarava incapace di capire molte delle cose che suppostamente gli venivano dettate dalla voce interiore, che scriveva di oggetti scientifici oppure di concetti come l’atomo, le particelle elementari ed il tremendo potenziale energetico nella materia, molto prima che fossero state scoperte o semplicemente ipotizzate le varie forme di energia nucleare. Scrisse di un’era della tecnologia nella quale l’Uomo avrebbe inventato la comunicazione wireless, avrebbe volato sopra gli oceani e costruito vagoni in acciaio viaggianti a velocità superiori a quelle delle frecce; ma anche delle conseguenze del bruciare vari tipi di combustibile fossile, dell’inquinamento, della deforestazione e del loro potenziale per causare una grande devastazione, che avrebbe provocato grandi tempeste e terremoti. Scrisse di macchine di forma antropomorfa o simili a creature viventi (gli odierni robot) che avrebbero eseguito compiti umani “e che allora molte mani sarebbero rimaste inoperose e gli stomaci dei poveri e disoccupati sarebbero stati tormentati dalla fame“. Inoltre Lorber affermò che i corpi celesti, come il Sole o Saturno, sono abitati da esseri dai “corpi spirituali” piuttosto che materiali.


«L’opera più voluminosa della Nuova Rivelazione del mistico Jakob Lorber è “Il Grande Vangelo di Giovanni” (qui proposto nella nuova versione in 10 Volumi), in cui viene riferito integralmente tutto quello che Gesù disse durante i suoi tre anni di insegnamento e di peregrinazioni sulla Terra. Sono stati anni di intensissima attività, ricchissimi di opere, dalle più umili e quotidiane alle più sublimi e divine, che sono state omesse dai Vangeli. Il Signore, tramite Jakob Lorber, ha voluto restituire all’umanità di quest’epoca la versione integrale del periodo più straordinario della vita di Cristo. Ben 6.000 pagine sono state necessarie per ricreare lo scenario in cui Dio, agendo da Uomo, Si offre come il modello vivente che tutti gli uomini sono chiamati ad imitare. Accanto alle descrizioni della vita pubblica di Cristo nei suoi ultimi tre anni, vengono rivelati dalla Voce di Dio i più importanti misteri sulla Creazione, rendendoli comprensibili agli uomini. Vengono date risposte convincenti a quei temi su cui l’Uomo da sempre si è affannosamente interrogato: la libertà, il destino, la sofferenza, il Male, i castighi, la Morte, l’Aldilà. Ciò che caratterizza quest’opera è il Progetto d’Amore di Dio che ha in serbo, per chi Lo riconosce come Padre, un destino meraviglioso: quello di diventare figlio Suo e creatore come Lui. Alla base della storia d’amore che Dio vuole iniziare con gli uomini c’è la Sua decisione di circondarsi di esseri viventi – consapevoli e indipendenti – e vivere gioiosamente con loro. Grazie al Grande Vangelo di Giovanni, il “gioiello dell’opera”, l’uomo viene invaso da un senso di serenità e scopre che la Parola Divina ha il potere di cambiargli completamente la vita. Ora sa di aver trovato la Via Giusta, e può cominciare a sorridere e ad assaporare la gioia di vivere: una Nuova Vita in un Mondo dove ci si vuole veramente bene, ci si aiuta l’un l’altro e si vive in un reciproco “scambio d’amore” con il proprio Dio, quel Padre che da tanto tempo aspetta di abbracciare quei figli che Lo hanno finalmente riconosciuto.»

[Tutti i PDF sono distribuiti gratuitamente
dal portale http://www.jakoblorber.it]