“Il Mistero delle Cattedrali” di Fulcanelli

il

«La Natura non apre a tutti indistintamente la porta del santuario. In queste pagine il profano forse scoprirà qualche prova di una scienza vera e positiva.»

Il mistero delle cattedrali (“Le Mystère des Cathédrales“), scritto nel 1922 e pubblicato nel 1929 a Parigi, sotto lo pseudonimo di “Fulcanelli“, è un testo che intende offrire una chiave di lettura per i classici dell’Alchimia. Di grande interesse le considerazioni sulla cabala fonetica e sull’apocalittica; ma soprattutto quale Filosofo operativo Fulcanelli pone le basi perché lo studioso possa approssimarsi, con cognizione di causa, alla sperimentazione di laboratorio.

Fulcanelli (… – …) è lo pseudonimo di un autore di libri di alchimia del XX secolo, la cui identità non è mai stata accertata. Lo pseudonimo utilizzato è formato dall’unione delle parole Vulcano ed Helio, due elementi che rimandano ai fuochi alchemici. Si è supposto potesse trattarsi di Jean Julien Champagne, o René Adolphe Schwaller de Lubicz, o Camille Flammarion, o Pierre Dujol o Jules Violle, medico francese. Eugène Canseliet si è sempre dichiarato discepolo di Fulcanelli, che parlò sempre attraverso Canseliet, che a sua volta curò le prefazioni dei suoi libri.