“Il Canone Pāli”

Il Canone Pāli o Tipiṭaka (pāli, letteralmente “Tre canestri” – sanscrito Tripiṭaka, त्रिपिटक) è la più antica collezione di testi canonici buddhisti pervenutaci integralmente. Il Canone è il pilastro del Buddhismo Theravāda ed è attualmente praticato in Birmania, Thailandia, Cambogia, Laos e Sri Lanka. Il Canone Pāli è proprio del Buddhismo Theravāda, e si compone di tre piṭaka, o canestri: il Vinaya Piṭaka, o “canestro della disciplina“, contiene le regole di vita dei monaci; il Sutta Piṭaka o “canestro della dottrina“, contenente gli insegnamenti impartiti dal Buddha; infine l’Abhidhamma Piṭaka o “canestro della fenomenologia” in ambito cosmologico, psicologico e metafisico, che raccoglie gli approfondimenti alla dottrina esposta nel Sutta Piṭaka. Secondo la tradizione della scuola Theravāda il loro contenuto fu fissato in forma orale durante il primo concilio buddhista a Rājagaha subito dopo la morte del Buddha e furono messi per iscritto in Sri Lanka nel I secolo a.C. da parte della comunità del Monastero Mahāvihāra, anche se l’edizione del Canone Pāli di cui disponiamo oggi risale al V secolo d.C.[3].