“Vegetariani e Vegani? Si, ma con buonsenso!” di Federico Bellini

«I francesi mangiano 89 chili di carne all’anno a testa, due volte più dei loro nonni e tre volte più dei loro bisnonni. Gli italiani 80 kg, gli statunitensi 125 kg. Nel Mondo sono uccisi ogni anno 65 miliardi di Animali per l’industria alimentare. La produzione di carne è quintuplicata tra il 1950 e il 2000. (…) In Francia l’83% degli 800 milioni di polli di allevamento vive senza vedere la luce del sole. Per produrre un chilo di manzo servono 15.500 litri d’acqua, per un chilo di maiale 4900 litri, per un chilo di pollo 4000 (per un kg di mele servono 700 litri, 184 per un kg di pomodori e 131 per un kg di carote). L’allevamento di carne è responsabile del 14,5% delle emissioni di gas a effetto serra, più dell’intero settore dei trasporti.» (Carlo Grande, scrittore, sceneggiatore e giornalista)

Conosco vegetariani e vegani che metterebbero sulla brace gli onnivori o i carnivori… vi pare che abbiano fatto un Percorso di Consapevolezza? In cosa? Non uccido gli Animali ma se posso uccido il tuo Spirito mortificandoti? Si convincono le persone di un’qua e più giusta alimentazione parlandone come una conquista, non come un missione terroristica. Conosco, inoltre, persone che costringono i loro cani e gatti ad essere vegetariani o vegani, e poi si disperano se si ammalano. Questo non significa essere consapevoli, ma perseverare in una aberrazione dove di spiritualmente evolutivo scorgo ben poco. Puoi solo scegliere per te stesso!

Lasciamo che gli Animali facciano gli Animali, mentre, per quanto ce ne compete, cerchiamo di essere Umani che osservano, imparano dalla Natura e si migliorano. Sapete cosa mi lascia perplesso nell’annosa diatriba tra vegetariani/vegani e carnivori, che i primi si vantano di avere un proprio regime alimentare “naturale” e spesso, per ottenere un tale riconoscimento alla propria scelta, pubblicano immagini di Indiani d’America, non solo per farsi belli con un qualche contatto sciamanico, ma arrivano persino a sostenere un presunto Legame Karmico con il “Grande Spirito della Natura“. Ma lo sanno queste persone che gli Indiani d’America non erano degli agricoltori e si spostavano nelle praterie, andando a caccia di Bisonti, dai quali ricavavano pellame e cibo per i mesi invernali?

«In tutto il Mondo il 70% dei terreni agricoli è usato per nutrire gli Animali. Per produrre un kg di carne servono tra i 7 e i 12 kg d cereali. Gli Animali sono allevati in condizioni crudeli, sono maltrattati e hanno una vita sempre più breve. Nel tempo impiegato a leggere questo articolo, sono stati uccisi 190.000 Animali in tutto il Mondo. Ogni volta che mangiamo una bistecca dovremmo ricordare quanta sofferenza e violenza ci mettiamo in bocca.» (Carlo Grande, scrittore, sceneggiatore e giornalista)

Vedete, la differenza stava nell’atto del Sacrificio Animale (questo vale anche per gli Eschimesi, costretti a uccidere le foche e pescare pesci ad esempio, perché ai poli non c’è altro che ghiaccio) e nel rituale di Ringraziamento all’Eterno Ciclo della Vita. Gli Indiani lo facevano con Coscienza e ringraziando l’Animale ucciso per quel Sacrificio che permetteva a loro di sopravvivere, mentre l’Uomo Occidentale uccide non solo per il gusto di farlo o per sport, ma per trarne un tracotante profitto. Detto questo, anche io sono essenzialmente vegetariano, ma come diceva il Buddha ciò che ti offrono, ringrazia e cibatene.” La rivoluzione parte da te, non costringendo gli altri ad aderire alle proprie idee.

Possiamo denunciare le atrocità, far comprendere che un’Anima risiede anche negli Animali, che sarebbe più giusto ed equo modificare la nostra dieta, renderla meno carnivora e più vegetariana e variegata, ma non è a fare le crociate che si otterrà qualcosa, anzi, ma lo raggiungeremo solo con il buonsenso. Osho sosteneva che diventi vegetariano (o vegano) naturalmente, una volta intrapreso un proprio Cammino Spirituale. A mio modesto parere, penso che per alcuni sia anche così, come Osho sosteneva, ma per altri è solo una Moda, specie per fare proseliti e business.

La riprova l’abbiamo da tutte quelle persone che, con la scusa del ‘Cibo Naturale‘, si sono buttate a capofitto dentro nuove Sette, considerandosi superiori a chiunque sia diverso da loro, specie dai ‘Demoniaci Cannibali‘. Proprio recentemente parlavo con degli amici di una maggiore informazione e una Conoscenza o parvenza di Coscienza più diffusa. Sinceramente vedo un numero di cretini in esponenziale e allarmante crescita, e l’unico consiglio che posso darvi è…

Mangiate cosa vi pare, con Coscienza e rispetto, ma per favore, smettetela di rompere le palle al prossimo!