“Federico Bellini è in edicola nel numero di gennaio (2019) della rivista XTimes”

Federico Bellini è di nuovo in edicola nel numero del mese di gennaio della rivista “XTimes“, sia in versione cartacea che in pdf su http://ezpress.it

«Un assassino seriale (Serial Killer in lingua inglese) è un termine che a partire dagli anni Settanta del XX secolo, identifica un pluriomicida di natura compulsiva e che uccide, spesso, persone per lo più estranee al suo ambiente, con tempistiche variabili nel tempo, mediante un modo di operare spesso atipico, caratteristico, talvolta privo di movente, non di rado legato a traumi nella sfera emotiva e sessuale. Tale definizione, esposta per la prima volta da Robert Ressler, agente dell’FBI e criminal profiler americano, aveva lo scopo di distinguere il comportamento di chi uccide ripetutamente nel tempo, intervallato con pause di raffreddamento, rispetto agli omicidi plurimi che si rendono colpevoli di stragi, ossia gli Spree Killer, autori di celebri casi, come il massacro al Virginia Polytechnic Institute, il disastro della Bath School, la Strage di Utøya o della Columbine High School. Sostanzialmente, si inserisce in questa categoria di persone, coloro che compiono due o più omicidi distribuiti in un arco di tempo relativamente lungo, intervallati da periodi di “raffreddamento” e nella quale viene condotta una vita apparentemente normale, o quasi…»