“Federico Bellini è in edicola nel numero di marzo (2018) della rivista XTimes”

In questi giorni, Federico Bellini è di nuovo in edicola nel numero del mese di marzo di “XTimes“, sia in versione cartacea che in pdf su http://ezpress.it

Una buona fetta di lettori di questa rivista è a conoscenza del mio passato da ex-addotto, e come questo significhi l’aver subito un vissuto alquanto particolare e fuori dagli schemi, in special modo durante la mia infanzia. Da ragazzino facevo sogni molto strani, spesso apocalittici e orribili, e quando raccontavo a mio a nonno cosa vedevo, ne rimaneva ogni volta visibilmente sconvolto. Fu lui a consigliarmi di iniziare a scrivere queste visioni, e così iniziai a farlo. <<Sussurri. Si ascolteranno nel silenzio atroce, tutte le nostre angosce. Nessuno oserà credere alle visioni di quei giorni, ma il Mondo, palese, manifesterà il cambiamento. Quando appariranno nel cielo, filamenti di fuoco, ognuno capirà che la fine di ogni tempo sarà imminente. Allora come in un lampo, si avvicenderanno immagini di epoche remote, di storia passata, e il Male insito in tutte quelle situazioni, si farà evidente come l’innocenza di un bambino. Soldati marceranno al ritmo della morte, circondati di gloria ed onori, mentre le grida e le urla, di tutti i popoli annientati o sottomessi, canteranno la propria morte. I fiumi diventeranno rossi dal sangue versato, e la terra nera ricoperta di cadaveri.>>