“Federico Bellini è in edicola nel numero di gennaio (2018) della rivista XTimes”

Negli ultimi settant’anni, più o meno dalla fine della “Seconda Guerra Mondiale”, il mondo è cambiato. Il balzo tecnologico, medico, scientifico e sociale che abbiamo raggiunto non ha eguali in tutta la nostra storia, seppure sia condito di tante e numerose contraddizioni, eppure è innegabile quanto quella nefanda esperienza abbia portato l’intera umanità ad un cambio dei propri valori e parametri, sostituendo vecchi dogmi con nuove prospettive, divenute in molti casi ulteriori nuovi dogmi, spesso riveduti e corretti. Anche nell’ambito del cosiddetto Oltreconfine, un tempo terreno fecondo di scienze occulte, esoteriche, astrologiche e parapsicologiche, si è raggiunto, specie nell’Ufologia classica e nel cosiddetto fenomeno dei “Dischi Volanti”, esiti e risultati impressionanti. Per dare fondamento ed avvalorare le nuove tesi, propugnate con tenacia e morigerata ricerca da numerosissimi casi che proprio in quegli anni, in un periodo a cavallo tra la metà e la fine del grande conflitto, (specie sopra i cieli del Pacifico e degli Stati Uniti grazie ad avvistamenti da parte di piloti dell’aereonautica militare USA, e poi successivamente anche sui cieli Europei e del resto del mondo), orde di ricercatori, tra giornalisti, scrittori e scienziati, si sono succeduti sino ad oggi per dare credito e fondamento ad una realtà altra…”

Un’inedito articolo di Federico Bellini, “Collegamenti Extraterrestri“, lo potrete leggere nel nuovissimo numero di gennaio di XTimes in questi giorni in tutte le edicole italiane (è scaricabile in pdf anche sul sito https://www.ezpress.it).